Titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo

 

Il Direttore

Il direttore del Museo svolge i suoi compiti istituzionali conformemente alla normativa vigente, stabilisce l’importo dei biglietti di ingresso e gli orari di apertura in modo da assicurarne la più ampia fruizione; elabora, sentito il Direttore del Polo Museale Regionale, il progetto di gestione del Museo comprendente le attività e i servizi di valorizzazione, ivi inclusi i servizi da affidare in concessione, al fine della successiva messa a gara degli stessi. Il direttore del museo è nominato attraverso selezioni pubbliche internazionali.

 

Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione determina e programma le linee di ricerca e gli indirizzi tecnici dell’attività del museo, in coerenza con le direttive e gli altri atti di indirizzo del Ministero. In particolare, il Consiglio adotta lo statuto del museo, approva la carta dei servizi e il programma di attività annuale e pluriennale del museo, verificandone la compatibilità finanziaria e l’attuazione. Approva inoltre il bilancio di previsione, le relative variazioni, il conto consuntivo e gli strumenti di verifica dei servizi affidati in concessione, rispetto ai progetti di valorizzazione predisposti dal Direttore del museo, monitorandone la relativa applicazione.

Il Consiglio di amministrazione è composto dal direttore del museo che lo presiede, e da quattro membri designati dal Ministro della Cultura, di cui uno d’intesa con il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e uno d’intesa con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, scelti tra esperti di chiara fama nel settore del patrimonio culturale.

 

Comitato Scientifico 

Il Comitato Scientifico è un organo consultivo a supporto del Direttore sulle questioni di carattere scientifico nell’ambito di attività dell’istituto. Tra queste: la verifica e l’approvazione, d’intesa con il Consiglio di Amministrazione, delle politiche di prestito e di pianificazione delle mostre; la valutazione e l'approvazione dei progetti editoriali del museo, esprimendosi, inoltre, sullo statuto del museo e sulle modifiche statutarie.

Il Comitato Scientifico è composto dal Direttore dell’istituto, che lo presiede, e da un membro designato dal Ministro, un membro designato dal Consiglio superiore “Beni culturali e paesaggistici”, un membro designato dalla Regione e uno dal Comune ove ha sede il museo. I componenti del Comitato sono individuati tra professori universitari di ruolo in settori attinenti all’ambito disciplinare di attività dell’istituto o esperti di particolare e comprovata qualificazione scientifica e professionale in materia di tutela e valorizzazione dei beni culturali.

I componenti del Comitato non possono essere titolari di rapporti di collaborazione professionale con il museo, né possono assumere incarichi professionali in progetti o iniziative il cui finanziamento, anche parziale, è a carico del museo.
 

Collegio dei Revisori dei Conti

ll Collegio dei revisori dei conti del museo dotato di autonomia speciale svolge le attività relative al controllo di regolarità amministrativo-contabile. In particolare, il Collegio verifica la regolare tenuta delle scritture contabili ed il regolare andamento della gestione economica, finanziaria e patrimoniale del museo; si esprime altresì sullo statuto del museo e sulle modifiche statutarie.

Il Collegio dei revisori dei conti è composto da tre componenti effettivi, di cui un funzionario del Ministero dell’economia e delle finanze con funzioni di presidente, e da due membri supplenti. I componenti, scelti tra soggetti iscritti al Registro dei revisori contabili e nominati con decreto del Ministro della Cultura, durano in carica tre anni e possono essere confermati una sola volta.

Ai componenti del Collegio dei revisori spetta un compenso determinato con decreto del Ministro ddella Cultura, di concerto con il Ministro dell'economia e finanze.

 

Compensi dei componenti del Consiglio di amministrazione e del Comitato scientifico:

Ai sensi dell’art. 11 del D.M. 23.12.2014 recante “Organizzazione e funzionamento dei Musei statali”, come modificato dall’art. 1 del D.M. 14.10.2015,  la partecipazione al consiglio di amministrazione e al Comitato scientifico non dà titolo a compenso, gettoni, indennità di alcun tipo, salvo il rimborso, a valere sul bilancio del museo ed esclusivamente per i componenti eventualmente non residenti nel Comune dove ha sede l’istituto, delle spese ordinarie di viaggio documentate sostenute per presenziare alle sedute del  Consiglio e del Comitato.

Contenuto inserito il 09-03-2021 aggiornato al 11-03-2021

Ricerca

Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Via Ricasoli, 58/60 - 50122 Firenze (FI)
PEC mbac-ga-afi@mailcert.beniculturali.it
Centralino +39 055 0987100
C. F. 94251650480
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su: